Giochi di luce

nel vivo del corpo

Giochi di luce

nel vivo del corpo

Giochi di luce

nel vivo del corpo

Giochi di luce

nel vivo del corpo

Giochi di luce

nel vivo del corpo

Giochi di luce nel vivo del corpo

Well-being Food

I piatti della serie “Giochi di luce nel vivo del corpo”, pur essendo assolutamente unici ed originali, hanno alcune caratteristiche comuni che qui, brevemente, riassumiamo. Troverete, poi, una breve descrizione analitica ad ogni “portata”:
– si tratta di piatti belli;
– ogni piatto è preceduto ed accompagnato da un “centrifugato” (o un frullato) di frutta e verdura
– ogni piatto è relativamente ricco di prodotti vegetali;
– la ricerca di materie prime di particolare qualità;
– per quanto possibile abbiamo costruito portate della tradizione mediterranea; abbiamo, inoltre, considerato anche le “associazioni alimentari” che vengono dalla medicina naturale;
– infine abbiamo costruito “monopiatti” relativamente ipocalorici.

È per questo che abbiamo scelto il nome “Giochi di luce nel vivo del corpo”. Si tratta di piatti semplici, prevalentemente locali ma capaci di portare energia (luce) e vivacizzare il corretto, ottimale benessere globale.

Pasta e fagioli

Il frullato di carote e lime fornisce ottime quantità di vitamina e provitamina A (specie dalla carota) che hanno proprietà antitumorali ed anti invecchiamento.

La carota possiede poi sostanze (falcarinolo) che hanno dimostrato essere dei potenti antitumorali naturali.

Il lime è rinfrescante e grazie ad alcune sostanze (flavonoidi) favorisce il processo digestivo.

Assieme questi 2 vegetali forniscono una discreta quantità di vitamine del gruppo B utili al sistema nervoso centrale ed in generale a tutto l’organismo.

Il frullato favorisce, inoltre, la riparazione dei tessuti e la protezione ed il corretto funzionamento della pelle e delle mucose (grazie ai beta caroteni in particolare).

Pasta e fagioli è un tipico piatto della tradizione mediterranea che ha, principalmente, una finalità energetica legata, in particolare, ai carboidrati; da sottolineare che associare un cereale (pasta) con un legume (fagioli) migliora la qualità delle proteine. Ricordiamo che queste sostanze sono i “mattoni” su cui si costruisce l’organismo.

E’ vero che le proteine più nobili, cioè più complete e più simili a quelle umane, vengono dagli animali (carne, pesce, uova e formaggi) ma questa associazione (pasta e fagioli) ne migliora molto la qualità e le rende quasi sovrapponibili a quelle presenti nel nostro organismo.

La piccola quantità di gamberi fornisce proteine nobili e grassi (pochi) di ottima qualità.

Gli altri prodotti vegetali (cipolle, noci, sedano, spinacino) completano il piatto fornendo sostanze (flavonoidi) a carattere anti infiammatorio.

La piccola quantità di ricotta completa il rifornimento energetico di questo piatto (ricordiamo che questo derivato del latte è relativamente magro fornendo circa 140 Kcal per 100 grammi) ed è ricca di proteine nobili; queste preziose sostanze rappresentano circa 8 % del contenuto della ricotta.

Questa portata ipocalorica apporta 452 Kcal.

Fregola sarda con le vongole

Il frullato di finocchi ed arance (e prezzemolo), che precede il piatto, è un validissimo disintossicante per l’organismo; è dotato di numerose proprietà che brevemente riassumiamo.
Il primo, in particolare, ha riconosciute proprietà digestive contrastando la formazione dei fastidiosi gas intestinali. Un suo componente (anetolo) agisce sulle contratture addominali che concorrono alla comparsa di questo fenomeno. La fibra alimentare contrasta l’insorgere dell’obesità, tende a regolarizzare la Pressione arteriosa e abbassa il livello del colesterolo nel sangue (come tutti i prodotti vegetali). Altre sostanze (flavonoidi e fitoestrogeni) rendono ragione delle caratteristiche attribuite dalla medicina naturale: il finocchio regolarizza la secrezione lattea ed il ciclo mestruale. Per la presenza di modeste quantità di vitamina C è un antiossidante naturale e stimola l’ottimale funzionamento della pelle e delle mucose. Quest’ultima proprietà è particolarmente vera se questo ortaggio è combinato con l’arancia.
Questo agrume per la presenza di specifiche sostanze in alta concentrazione (vit. C, flavonoidi e beta carotene) protegge e rigenera la pelle. Non solo. Ha anche azione protettiva sul cuore, sull’invecchiamento in generale ed ha potenzialità anticancro. Ricordiamo infine che il succo di arancia favorisce l’assorbimento del ferro (ed è quindi antianemico), depura l’organismo ed abbassa il colesterolo.
Questo piatto prevalentemente carboidratico e quindi energetico è accompagnato da una buona quantità di proteine di altissima qualità (ha quindi anche un significato plastico o costruttivo per l’organismo).

La fregola è un tipo di pasta prodotto in Sardegna. E’ simile al couscous con “palline” che non superano i 2 mm. E’ una pasta di semola di grano duro. Ha essenzialmente (ma non solo) un significato energetico.
Le vongole, oltre a proteine nobili, contengono una piccola quantità di grassi (grassi polinsaturi di tipo omega 3). Presenti anche vitamine B12 ed altre vitamine del gruppo B essenziali per l’ ottimale funzionamento dell’organismo.
Le alici fresche sono un tipo di pesce azzurro e come riportato nella letteratura internazionale, il pesce azzurro è un “fattore salute” ad ogni età. Questo è riconducibile anche alle ottime proteine contenute e specialmente ai grassi polinsaturi (omega 3) da cui derivano sostanze (prostaglandine e leucotrieni) che regolano in profondità l’organismo concorrendo alla salute del nostro cervello.
Completano il piatto diversi vegetali in piccola quantità (finocchi, zucchina, carota, peperone, prezzemolo, melanzana) che sviluppano proprietà disintossicanti, antiossidanti e depurative.

Questo piatto apporta 468 Kcal

Quinoa con mosaico di verdure

Il succo di spinaci e melograno ha una grande varietà di proprietà che brevemente riassumiamo.

Gli spinaci contengono vari minerali (ferro, potassio, fosforo, rame e calcio) e vitamine (vit C e gruppo B). Queste sostanze, assieme ad altre (carotonoidi), spiegano il potere antiossidante di questo ortaggio.
Alcuni componenti (tra cui la luteina) pare agiscano favorendo la vista (agiscono a livello retinico). Significativa la presenza di fibra che agisce da regolatore intestinali. Complessivamente questi ortaggi hanno azione depurante.

Il melograno è particolarmente ricco di Sali minerali (potassio, manganese, zinco, rame, magnesio) vitamine (gruppo B, C e K). Importante è la presenza di alcuni componenti (flavonoidi e ac. ellagico) che hanno un potente effetto antiossidante e possono prevenire la comparsa di diversi tumori.
Studi preliminari suggeriscono che questo frutto ha effetto antidepressivo. Altre sostanze ancora (flavonoidi) favoriscono le articolazioni agendo in particolare a livello della cartilagine.
Questi componenti sembrano utili, poi, in molti altri disturbi che vanno dalla disfunzione erettile alle turbe della menopausa.

La quinoa, come il grano, è un alimento a prevalente contenuto di carboidrati. Ma non essendo una graminacea non ha glutine ed è quindi particolarmente indicato ai celiaci ed a coloro che soffrono di intolleranza a questo cereale.
Discreta poi la presenza di proteine di buona qualità, di vitamina E antiossidante e di alcuni minerali (magnesio in particolare).

Le seppie apportano proteine di elevata qualità, di composizione molto simile a quelle umane. Questo molluschi sono particolarmente magri, a basso contenuto di grassi e di questi oltre il 50% sono polinsaturi (di tipo omega 3).

Si tratta di sostanze benefiche per l’organismo che proteggono vasi e cuore dalle malattie cardiovascolari. Basso anche il contenuto di colesterolo. Le seppie sono ricche di alcune vitamine (A e D) e di alcuni minerali (tra cui magnesio e potassio).

Completano il piatto molti ortaggi e frutta in piccola quantità. Complessivamente, però, rappresentano oltre il 50 % del peso di questa preparazione. Così apportano fibra (utile, tra l’altro, per la regolarità intestinale) vitamine (peperoni e kiwi sono fra le sostanze più ricche di vitamina C ad azione antiossidante), sostanze pro vitaminiche come il licopene che è contenuto in alta concentrazione nel melone. Di questa sostanza la ricerca scientifica ha documentato il prorompente effetto anti invecchiamento ed antitumorale. Molti anche i Sali minerali.

Questo piatto apporta 346 Kcal.

Tonno rosso su melanzane

Il frullato di mela verde e pomodoro (e basilico) ha numerose proprietà che brevemente riassumiamo.

Il pomodoro è un alimento molto poco calorico, ricco di acqua e quindi rinfrescante; ottimo nella stagione estiva. Ma accanto a queste “generiche” caratteristiche ha specifiche proprietà suggerite dalla letteratura medica internazionale. Una sostanza contenuta (Licopene) è un potente antiossidante naturale che contrasta gli effetti dell’invecchiamento ed ha azione preventiva sul cancro di colon e prostata. La vitamina C stimola l’apparato immunitario e assieme agli altri antiossidanti contenuti (provitamina A ed alcuni Sali minerali) sembra proteggere il cuore dalle sue patologie. La medicina naturale suggerisce poi altre caratteristiche: previene l’ osteoporosi, diminuisce il colesterolo del sangue, ha proprietà digestive e diuretiche.

Riguardo alla mela bisogna ricordare che circa 20 anni or sono una delle più importanti riviste mediche occidentali (Lancet) sottolineava che questo frutto contiene in alta concentrazione sostanze (flavonoidi ed altri polifenoli) capaci di prevenire l’insorgere di malattie croniche e di alcuni tumori. E la mela verde le contiene nella più alta concentrazione. Per questo, per la presenza di fibra, vitamine (C e provitamina A ) e Sali minerali ha azione depurativa ed antiinfiammatoria sull’intestino. La fibra (pectina) stimolando il transito intestinale aiuta l’eliminazione delle sostanze tossiche. Tra le altre proprietà, attribuita dalla medicina naturale, vi è la regolazione della quantità di zucchero nel sangue, la diminuzione del colesterolo e la capacità di rendere elastica ed idratata la pelle.

I principali componenti di questo piatto sono le melanzane ed il tonno. Quest’ultimo è un’ottima fonte di proteine nobilissime, molto simili a quelle umane. In questo alimento i grassi contenuti sono prevalentemente essenziali (omega 3). E’ ormai noto che questi svolgono azione preventiva sulle malattie cardiovascolari. Meno conosciuto è che hanno azione preventiva sulla degenerazione del cervello e su alcuni tumori (al seno in particolare).

La melanzana, originaria dell’India, è un ortaggio molto poco calorico, ricco di acqua (oltre 90 %), di fibra (3 %), di Sali minerali (rame, potassio, magnesio, zinco, ferro) e di vitamine (A, gruppo B, C, ed E). Presente il beta carotene.
La medicina naturale le attribuisce numerose proprietà: azione depuratrice sul fegato con aumento della secrezione biliare, azione protettrice sul cuore e cervello grazie agli antiossidanti (vitamine, acidi fenolici e flavonoidi), proprietà diuretiche ed anti infiammatorie.

Completano il piatto piccole quantità di frutta secca (mandorle) altri vegetali (porri, basilico) e cereali (riso basmati). Questi conferiscono al piatto virtù energetiche (mandorle e riso), grassi essenziali (mandorle), sostanze anti infiammatorie (porri).

Apporta 312 Kcal.

Filetto di sogliola al vapore con salsa ai frutti di bosco

Il frullato di spinaci e frutti di bosco ha talmente tante proprietà che un riassunto di poche righe rappresenta un compito quasi impossibile. Comunque sia ci proviamo.

I frutti di bosco sono rappresentati dalla fragola, amarena, lampone, ribes, mora, mirtillo. Tanto per spiegarci vediamo le proprietà di quest’ultimo documentate da una ricchissima bibliografia medica internazionale. I mirtilli contengono sostanze (definite complessivamente antocianine) che hanno una potente azione antiossidante. In particolare proteggono la retina, hanno azione preventiva sugli attacchi anginosi, azione antitumorale, proteggono la microcircolazione dall’arteriosclerosi, hanno effetti contro i virus. Sono presenti altre sostanze ancora (flavonoidi) che evidenziano effetti antiinfiammatori e antiossidanti.

Studi sperimentali hanno dimostrato effetti protettivi sul cervello, capacità antibatteriche e protettive sullo stomaco infettato dal batterio responsabile delle gastriti e dell’ulcera (Helicobacter pylori). Sempre a livello sperimentale si sono documentate capacità antitumorali su diverse linee cellulari ed in particolare sulla leucemia e sul carcinoma colon rettale. Sembra anche in grado di limitare il danno sulle cellule sane indotto da chemioterapia.

Negli spinaci sono contenute vitamine e Sali minerali. Sono dotati di azione antiossidante (legata alle vitamine del gruppo B ed alla vitamina C) mentre una sostanza (polifenolica, la luteina) sembra essere utile alla vista. Hanno un effetto blandamente lassativo (grazie alla fibra contenuta) e azione lenitiva sulla pelle irritata (usati come impacco). L’acido folico (che è una vitamina del gruppo B) è utile al sistema immunitario. La medicina naturale attribuisce a questo ortaggio la capacità di limitare le infiammazioni all’apparato digerente, azione sull’ipertensione, sull’osteoporosi ed anche protezione dello stomaco dall’azione dannosa dello stress. Il frullato è particolarmente utile perché queste proprietà vengono limitate dalla cottura.

Il principale ingrediente del piatto è la sogliola. Questo è un pesce particolarmente digeribile, ricco di proteine nobili (simili a quelle presenti nel nostro organismo) e povero di grassi. Per questo è consigliata a tutte le età. I pochi grassi contenuti (meno del 2 %) sono di ottima qualità (omega 3); da questi si ricavano sostanze (prostaglandine e leucotrieni) che sono essenziali nella regolazione dell’organismo. Ricordiamo che i grassi omega 3 non possono essere prodotti dall’organismo e devono essere introdotti con la dieta. Per questo sono detti “essenziali” cioè indispensabili.

In questo piatto poi è presente poi una piccola quantità di riso che, grazie ai carboidrati, apporta energia all’organismo. Fanno da contorno piccole quantità di altri prodotti che offrono proteine nobili (uovo di quaglia) e sostanze antiossidanti e vitamine (cipolla).

Si tratta di un piatto ipocalorico che apporta 442 Kcal.

×